Domaine d’Ardhuy Ladoix « Clos des Chagnots » Monopole 2018 / 2020

Denominazione: Ladoix
Vigneto: Clos des Chagnots
Contenuto: 75 Cl
Colore: rosso
Varietà: Pinot noir
Superficie: 2,3645 ha

Aspetto: rosso rubino intenso
Naso: fresco, frutti rossi
Palato: ricco, complesso, fruttato, elegante
Sentore di legno: leggero
Abbinamenti: barbecue, petto d’anatra

Il vigneto
Gli appezzamenti sono costituiti da viti vecchie da selezione massale alternati a viti giovani da selezione clonale. L’età media delle viti è di 35 anni.

L’esposizione
Il vigneto è ubicato ai piedi della collina di Corton ad un’altitudine di circa 250 metri su un dolce pendio esposto a sud.

Terroir
Complessa formazione di pendii dal suolo argilloso-calcareo derivante dall’alterazione del substrato con ghiaie e limi colluviali su “chailles” (piccole pietre dure calcaree). Questi sassi provengono dal cono alluvionale di Buisson e garantiscono a questi terreni un buon drenaggio e una precoce maturazione delle uve.

Etimologia
Les Chagnots: Chagnot, il diminutivo borgognone di Châgne dal sostantivo francese antico Chasne “quercia”, si trova in due lieux-dit vicini a Ladoix-Serrigny: Les Chagnots e Clos des Chagnots, al confine con la strada D974 Dijon a Beaune che passa per il villaggio. In effetti, questi erano luoghi dove abbondavano le querce.

ATTENZIONE: copyright, i testi appartengono a iOS ClimaVinea e/o https://www.athenaeum.com/livre/2337006-climats-et-lieux-dits-des-grands-vignobles-de-b–sylvain-pitiot-marie-helene-landrieu-lussigny-editions-jean-pierre-de-monza (ISBN 978-2-916231-20-4)

Product Enquiry

Scroll to Top
Torna su