Domaine la Cabotte Côtes du Rhône Sauvageonne 2021

Vendemmia: 2 Ottobre 2021
Varietà: Clairette
Data imbottigliamento: 20 Maggio 2022
“Jour Fruit”
Resa: 30 hl/ha
Produzione: 3.000 bottiglie

L’annata 2021
Un’annata più fresca
Dopo un inverno particolarmente mite (+2,5°C rispetto alla media del mese di febbraio), le nostre viti hanno iniziato a uscire dal riposo invernale il 26 marzo. È abbastanza presto. La primavera molto fresca è stata segnata dall’episodio di gelate della mattina dell’8 aprile. I danni maggiori si osservano rapidamente sui nostri appezzamenti di Châteauneuf du Pape: 90% di gemme congelate su un appezzamento, 60% sull’altro. Sul resto del Domaine nel Massiccio d’Uchaux fortunatamente il gelo è minore, 2 ettari ne risentono abbastanza, ma sulle altre superfici i germogli bruciati dal gelo non sono numerosi e non influiranno sulla quantità di raccolto futuro. L’estate è caratterizzata da alcuni episodi molto caldi (metà giugno, fine luglio e metà agosto) ma non torridi. Le precipitazioni dal germogliamento alla vendemmia sfiorano i 300mm, abbastanza ben distribuite su ogni mese, il che permette alle nostre viti e soprattutto alle nostre uve di crescere senza stress idrici, favorendo così il processo di maturazione delle uve. La vendemmia è iniziata il 13 settembre, è stata spesso piovosa con 240 mm d’acqua caduti durante il mese di vendemmia. Le nostre tisane abbinate ai preparati biodinamici sono state molto utili nel rafforzare le difese immunitarie delle nostre viti. Questo ci ha permesso di raccogliere ogni parcella alla giusta maturità di polpa e fenolica (tannini, colore). I primi vini assaggiati in cantina, confermano le nostre scelte, in questa annata più fredda, abbiamo mantenuto una bella freschezza nei vini un armonioso equilibrio che rafforza il lato molto fruttato di questa annata. I tannini sono sciolti, in bocca è presente una bella sostanza, molto ricco senza essere pesante, tutto è delicato, il finale tutto in finezza è lungo, quasi salino. Un’annata che saprà attendere in cantina per molti anni.

Coltivazione
Per esprimere tutte le peculiarità del nostro terroir e la tipicità del nostro vigneto (45ha di tenuta in un unico appezzamento di cui 30 ettari di vigna), manteniamo un armonico equilibrio ecologico rispettando i cicli naturali della terra per rigenerare e rinnovare costantemente il suolo. Questa è la base del nostro impegno per la viticoltura biologica e biodinamica.

Terroir
Il terroir dei nostri Côtes du Rhône Villages Blanc è costituito da arenarie calcaree risalenti al Cretaceo superiore alla fine dell’era secondaria. Questi suoli sassosi argilloso-sabbiosi facilitano un buon attecchimento e consentono un equilibrato regime idrico. La tessitura superficiale di questo terroir ha un alto potere calorifico legato alla spiccata pietrosità. Tutte queste particolarità, unite ad un’esposizione sud/sud-est, contribuiscono ad una bassa produzione della pianta, ad una maturazione lenta e regolare, promessa di un’ottimale concentrazione e maturità degli acini.

Vinificazione e affinamento
Le uve vengono raccolte molto presto la mattina per evitare il caldo estremo della giornata. Poi le uve vengono pigiate lentamente. Dopo la decantazione a freddo per 72 ore, il mosto fermenta in giare da 250 a 500L. La fermentazione continua per diverse settimane. Al termine della fermentazione si eliminano le fecce grossolane e si può iniziare l’affinamento sulle fecce fini. L’affinamento si protrae per circa dieci mesi nel vaso di vinificazione.

Degustazione e abbinamenti
Un bel colore dorato, un naso con sentori di fiori di pero. Al palato, una mineralità molto marcata, aromi di mela cotogna e agrumi esaltati da alcune note mentolate. È un vino da pasto, da consumarsi con carni bianche o con crostacei e con pesce in salsa di panna, si svelerà anche con formaggi secchi.

Product Enquiry

Scroll to Top
Torna su